SCLEROTERAPIA

Il trattamento per cancellare i capillari dilatati

Che cosa sono le talangectasie?

Sono un reticolo arborescente di vasi sanguigni che possono assumere una colorazione diversa: bluastra e violacea, per i più grossi, o rosso vivo, quando i vasi sono più sottili. Rappresentano un disturbo estetico molto frequente, sia nelle donne che negli uomini a livello degli arti inferiori, che può essere migliorato o risolto con alcune sedute di scleroterapia che chiude i capillari dilatati superficialmente.

Come funziona?

Il trattamento viene eseguito in regime ambulatoriale e non richiede alcuna anestesia. Le procedura consiste nell’iniezione con microaghi di un liquido che determina una lieve sensazione di bruciore. Successivamente viene applicato un bendaggio compressivo o una calza elastica. Spesso è necessario eseguire più sedute nella stessa zona a distanza di alcune settimane l’una dall’altra per ottenere dei buoni risultati.

L'EFFETTO FINALE

Il risultato non è immediato, ma è apprezzabile dopo circa tre settimane. Questo perché le iniezioni irritano i capillari rendendo ancora più evidenti le teleangectasie ma poi si richiudono e i reticoli ramificati scompaiono.

Quanto dura il risultato?

Sebbene il risultato sia definitivo, il soggetto potrebbe tornare per un nuovo ciclo di scleroterapia ma non per trattare le stesse teleangectasie: i capillari chiusi non si dilatano più; tuttavia, se c’è la tendenza delle vene a dilatarsi, potrebbero manifestarsi delle nuove. Il trattamento non influisce sulla comparsa di nuove lesioni nel tempo, ma si propone di eliminare quelle esistenti in più sedute.

INDICAZIONI PRE TRATTAMENTO

Si tende ad eseguire il trattamento durante i mesi invernali o primaverili, quando comunque il clima è fresco e si tengono ancora le gambe coperte.

INDICAZIONI POST TRATTAMENTO

È possibile riprendere immediatamente le proprie attività abituali ad eccezione dell’attività fisica, che dovrebbe essere ripresa dopo 2-3 giorni dal trattamento. Inoltre è consigliabile non esporsi al sole per il mese successivo al trattamento.

EFFETTI COLLATERALI

Essendoci una blanda reazione infiammatoria alla sostanza sclerosante, può verificarsi una sensazione di fastidio e/o bruciore risolvibili con l’applicazione di apposite pomate. Possono inoltre formarsi dei piccoli lividi o ematomi, che scompaiono nel giro di pochi giorni.

Controindicazioni

Il trattamento è controindicato in caso di gravidanza, epilessia, coagulopatie o malattie della tiroide. È importante segnale al medico eventuali allergie oppure storie pregresse di flebiti o trombosi venose profonde, o se si assumono estroprogestinici.